Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 09.12.2011 indietro
Aspettando la V Sagra del Cine - Giovedì 15 Dicembre, ore 20,00 - Cinema Romano

Aspettando la Sagra del Cine...
1 ANTEPRIMA, 1 LIBRO e 1 DOCUMENTARIO

Giovedì 15 Dicembre 2011
ore 20,00, Multisala Cinema Romano
(Galleria Subalpina - Torino)

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti disponibili

In attesa della V Sagra del Cine, l'appuntamento annuale ideato da Steve Della Casa e Lorenzo Ventavoli per regalare ai cinefili torinesi un full time di proiezioni e incontri per tutti i gusti e per tutto il giorno che si terrà nei primi mesi del 2012, l'Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) propone per giovedì 15 dicembre, alle ore 20,00 al Cinema Romano, un programma speciale in tre tempi, curato da Lorenzo Ventavoli e Stefano Francia di Celle: un'anteprima d’eccezione, la presentazione di un libro noir a tema cinematografico e la proiezione di un attualissimo documentario di denuncia.

La serata avrà inizio con la presentazione di "Tutto quel nero" di Cristina Astori (2011, Mondadori), un romanzo ispirato alla morte di Soledad Miranda, attrice feticcio del cinema di Jesùs Franco. "La figura di Soledad Miranda - dice l'autrice - mi ha sempre affascinata per la sua sensualità inquietante e insieme malinconica, non per niente i suoi ruoli migliori sono quelli in cui interpreta la parte della vampira. La sua morte è avvenuta nel 1970 in un incidente le cui cause non sono mai state chiarite. Il mio romanzo è incentrato su una leggenda metropolitana secondo cui ci sarebbero delle analogie tra un introvabile documentario che la vede protagonista e le misteriose circostanze della sua scomparsa". La presentazione del libro verrà accompagnata da alcune sequenze di film di Jesùs Franco e le letture di Anna De Donno. Introducono Lorenzo Ventavoli e Fabio Pezzetti Tonion.

A seguire la proiezione in anteprima torinese dell'ultimo film di Andrej Wajda, "Tatarak" (Polonia, 2009, 85'), presentato al 59° Festival di Berlino. Il film è la versione cinematografica di un noto dramma polacco dello scrittore Jaroslaw Iwaszkiewicz: Marta è la moglie di un dottore di mezza età che combatte contro i dolorosi ricordi di una vita e che improvvisamente riscopre il potere dell'amore. "Tatarak" si propone come una sentita riflessione sulla morte, sulla malattia e sul modo in cui ci si rapporta ad essa, nonché sulla giovinezza e sulle tragedie che possono coinvolgerla. Così ne parla il regista: "Dopo Katyn avevo bisogno di liberarmi della tensione che quel lavoro, che affrontava la storia di mia madre e della morte di mio padre, aveva creato in me. Così ho deciso di rivolgermi a uno scrittore che avevo già incontrato altre volte in passato..." La novella "Tatarak" di Jaroslaw Iwaszkiewicz mi aveva sempre interessato e ho coinvolto l'attrice Krystyna Janda, offrendole il ruolo di Marta". Il film verrà introdotto da Matteo Pollone dell'AMNC.

Il programma della serata si concluderà con la proiezione del documentario di Maurizio Cortolano che racconta la tragica storia di Stefano Cucchi: "148 Stefano Mostri dell'inerzia" (2011, 64'). Da un’idea di Giancarlo Castelli, prodotto da Simona Banchi e Valerio Terenzio e con la voce di Claudio Santamaria che legge i brani tratti dalle lettere di Stefano, il documentario è un atto di denuncia, di civiltà e di riflessione su una tragedia di cui ancora si cercano le fila e che apre al più generale quesito delle misteriose e numerose morti nei penitenziari italiani.
Introdurranno la proiezione il regista, la produttrice Simona Banchi ed Emanuele Tealdi dell'AMNC.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits