Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 23.01.2012 indietro
Mirko Capozzoli presenta "Fate la storia senza di me" al Cecchi Point, Mercoledì 25 Gennaio 2012 alle ore 21,30

L'Associazione Videocommunity e l'AMNC

hanno il piacere di invitarvi a partecipare al primo appuntamento cinematografico del 2012

presso il Cecchi Point - Hub Multiculturale, Via Antonio Cecchi 17, Torino

Mercoledì 25 Gennaio 2012 alle ore 21,30
Proiezione del film documentario
"Fate la storia senza di me" (2010, 52') di Mirko Capozzoli

Il documentario, presentato in anteprima alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 2010 è stato recentemente pubblicato da add editore insieme ai diari di Alberto Bonvicini, protagonista del film che ha attraversato le storie e le contraddizioni italiane dagli anni '60 alla fine degli anni '80 vivendo in prima linea la lotta agli ospedali psichiatrici, il movimento del '77, la lotta armata, il carcere e il diffondersi dell'eroina.

La proiezione sarà introdotta dall'autore.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.

Alle ore 18,30, sempre al Cecchi Point, riprenderà la Tavola Rotonda "Fare Cinema a basso costo a Torino" curata dall'Associazione Videocommunity e dall'Associazione Museo Nazionale del Cinema; i partecipanti al tavolo dialogheranno con l'autore Mirko Capozzoli


"Ho iniziato a lavorare a questo progetto nel lontano 2004. Data la complessità della storia ho ritenuto necessario compiere un’approfondita ricerca negli archivi e incontrare il più grande numero di persone possibile, ognuna delle quali portatrice di un tassello utile alla ricostruzione della vita di Albertino. Questo viaggio a ritroso mi ha permesso per la prima volta di confrontarmi con una generazione e un mondo che fino ad ora mi era estraneo, se si escludono le notizie che avevo appreso attraverso i media e le più svariate pubblicazioni. Nelle persone che ho incontrato mi sono accorto che la morte di Albertino, avvenuta nel 1991, ha portato via non solo un amico, un fratello, un compagno, ma anche un collante tra quelli che l’hanno conosciuto e il loro stesso passato: il movimento del Settantasette, l’impegno per la chiusura dei manicomi, la lotta armata, il carcere, la deriva della droga, il "riflusso". Dunque raccontare Albertino e il suo mondo, significa raccontare un passato che riguarda la nostra Italia, ed è quello che spero avvenga attraverso questo film."

Mirko Capozzoli

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits