Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 11.05.2012 indietro
Mercoledì 16 Maggio - Una serata di Cinema dedicata a Javier Bardem al Cecchi Point

VIDEOCOMMUNITY e AMNC sono lieti di invitarvi a partecipare
Mercoledì 16 maggio 2012 presso il Cecchi Point - Hub Multiculturale
Via Antonio Cecchi, 17 TORINO

- ore 18.30 Tavola rotonda “FARE CINEMA A BASSO COSTO”
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

– ore 21:30 Proiezione del film
“I LUNEDÌ AL SOLE” di Fernando Leòn de Aranoa
Ingresso libero fino ad esaurimento posti


Mercoledì 16 Maggio il consueto appuntamento di cinema del Cecchi Point sarà dedicato alla recitazione e in particolare all'attore spagnolo Javier Bardem, la cui carriera viene vista come la naturale risposta alla domanda "Che cosa significa, oggi, fare l'attore?". Cresciuto in una famiglia e in un ambiente particolarmente intriso della magia della settima arte, egli possiede la duttilità, la coordinazione, il carisma, il senso dello spazio e il coraggio per cedere alternativamente alle performance del corpo o all’orizzonte spirituale della recitazione. Il suo approccio al personaggio viene costantemente regolato da due forze apparentemente divergenti: la meticolosità della preparazione e l’estrema naturalezza dell’interpretazione.

Alle ore 18:30 il programma prevede una tavola rotonda organizzata da VIDEOCOMMUNITY e AMNC dal titolo "FARE CINEMA A BASSO COSTO" incentrata sul mestiere dell’attore cinematografico con la presentazione del libro JAVIER BARDEM BIUTIFULACTOR (edizioni Falsopiano) di Davide Mazzocco. Saranno presenti l'autore stesso, Glenda Mariani dell'Associazione VIDEOCOMMUNITY e Alejandro de la Fuente di ATACAMA FILM. L'opera editoriale è un omaggio all’attore spagnolo che a soli 42 anni è già uno dei più premiati della storia del cinema: un Oscar, per la magistrale interpretazione del folle protagonista di "Non è un paese per vecchi" dei fratelli Coen, due Coppe Volpi, una Palma d'Oro a Cannes, cinque Goya e, ancora, Efa, Golden Globe, Bafta che hanno certificato le qualità d'attore e gli hanno permesso di diventare uno dei volti più richiesti da Hollywood. L'aspetto principale sviluppato nel libro è il meticoloso lavoro preparatorio compiuto sui personaggi che diventa, per l’attore spagnolo, il presupposto per una totale immersione nei personaggi da lui interpretati. Basti pensare alle cinque ore quotidiane di trucco per "trasformarsi" in Ramon Sampedro in Mare dentro, agli allenamenti sostenuti per "essere" David, il giocatore paralimpico di basket di Carne tremula o, ancora, all’indagine compiuta a Cuba per diventare Reinaldo Arenas in Prima che sia notte.

A seguire, alle ore 21:30, ci sarà la proiezione del film "I LUNEDÌ AL SOLE" (2002, 110') di Fernando León de Aranoa, in cui l’attore spagnolo interpreta il ruolo di un eclettico proletario disoccupato. Il personaggio di Santa è infatti uno dei più amati della lunga ed eterogenea galleria cui Bardem abbia prestato il volto. Sbruffone, cinico, disilluso, generoso e donnaiolo, il protagonista del film e i suoi amici passano tutti i lunedì (ma in realtà anche le altre giornate) "al sole", parlando dei sogni e delle aspirazioni che la chiusura del cantiere navale in cui lavoravano ha improvvisamente vanificato. Il film, politico nel senso più universale del termine, ha vinto il Festival di San Sebastian, finendo nella cinquina dei migliori film stranieri all'Oscar e regalando al suo protagonista il terzo premio Goya e il quinto Fotograma de Plata in dieci anni. Ironia della sorte quando la pellicola è uscita in Spagna la nazione si trovava in piena espansione economica e non avrebbe mai immaginato di trasformarsi, nel giro di pochi anni, nel paese degli Indignados e della disoccupazione al 20%, in cui Santa e i suoi amici sarebbero solo alcuni dei protagonisti "reali" dei quali il regista Fernando Leon de Aranoa sembra parlare nei suoi film, densi di situazioni a metà tra la commedia e il dramma, in cui ogni risata porta con sé un retrogusto amaro.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits