Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 18.10.2012 indietro
"La montagna di Nietzsche. In viaggio con Gianni Vattimo" - Lunedì 29 Ottobre 20,45 - Cinema Massimo 3

L'Associazione Museo Nazionale del Cinema è lieta di invitarvi a partecipare all'anteprima torinese del film

"LA MONTAGNA DI NIETZSCHE. In viaggio con GIANNI VATTIMO"

Lunedì 29 Ottobre, ore 20.45 - Cinema Massimo - Sala 3

(via Verdi, 18 - Torino)

Ingresso: 3,00 €

L'Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) è lieta di presentare l'anteprima torinese del nuovo lavoro del regista italo-albanese Erion Kadilli: La montagna di Nietzsche. In viaggio con Gianni Vattimo, intimo ritratto del filosofo, in programma lunedì 29 Ottobre alle ore 20.45, presso la sala 3 del Cinema Massimo.

Il giovane regista, classe ‘83, dopo aver concentrato il proprio occhio sul mercenario Roberto Della Fave in "Sono stato Dio in Bosnia - Vita di un Mercenario" (documentario presentato dall'AMNC a dicembre 2010), rende omaggio alla figura del grande filosofo e intellettuale torinese Gianni Vattimo. Erion Kadilli, regista ma anche produttore del documentario, inizia il suo "viaggio attraverso l'uomo Vattimo" da una lezione universitaria del teorico del Pensiero Debole per scoprirne il lato più privato durante un viaggio di conferenze in Montenegro: tra momenti "ufficiali" ed altri più privati, Gianni Vattimo parla alla telecamera per narrare se stesso attraverso lo sguardo del regista. Un lato intimo e personale che si lega all'amicizia tra l'autore e il filosofo resa evidente da alcune sequenze in cui "si può respirare - come dichiara il regista - il lato umano del pensatore. La montagna di Nietzsche è un film personale, perché personale è il rapporto che ho con Gianni Vattimo. L'idea di base del mio lavoro è stata semplice: non porgli mai domande su grandi temi per lasciar uscire il suo lato umano, e il suo pensiero, attraverso momenti di vita normale del viaggio in Montenegro."

Ad accompagnare il documentario, è stato scelto dal regista e dal suo protagonista il film a episodi "Il fantasma della libertà" di Luis Buňuel (Italia/Francia, 1974, 104'), ironica e brillante riflessione sulla società e sul mondo dello spettacolo con, tra le altre, le eccezionali interpretazioni di Michel Piccoli, Monica Vitti e Adriana Asti.

L'appuntamento è organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) in collaborazione con l'Associazione Italo Albanese Vatra e il Centro di Cultura Albanese (CCA); ad introdurre la serata Marco Mastino e Matteo Pollone dell'AMNC, Benko Gjata del CCA, il regista Erion Kadilli e il filosofo Gianni Vattimo.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits