Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 31.01.2013 indietro
Domenica 3 Febbraio all'Hiroshima - SYMPATHY FOR RED RHINO AKA ALBERTO SIGNETTO

SYMPATHY FOR RED RHINO AKA ALBERTO SIGNETTO
Domenica 3 Febbraio 2013 dalle ore 18
Hiroshima Mon Amour - via Bossoli 83, Torino


Alberto Signetto, filmmaker ostinato, artista rigoroso, intellettuale ironico, lo conoscono tutti e chi ancora non lo conosce non dovrebbe perdere l'occasione di incontrarlo. Proprio dal titolo di uno dei suoi primi lavori "Simpathy for the Rolling", reportage sulla tournée italiana dei Rolling Stones nel 1982, prende ispirazione il titolo della serata a lui dedicata.

Alberto Signetto sta vivendo un momento particolarmente difficile, sia fisico, a causa di un tumore appena operato, sia pratico dati i tempi durissimi per gli artisti indipendenti. Amici, cineasti, musicisti, artisti, si sono mobilitati per raccogliere fondi che serviranno sicuramente per le imminenti e impegnative prove legate alle cure che dovrà affrontare.

Domenica 3 Febbraio dalle ore 18,00 un aperitivo con musica, ospiti e proiezioni. Tra i tanti amici che parteciperanno, facendo sentire dal vivo il proprio affetto: Giorgio Li Calzi, Max Casacci, Johnson Righeira, Bunna, Luca Morino, Alberto Campo, Davide Ferrario, Giorgio Valletta, Alberto Lalli, Fabrizio Vespa, Paolone aka Ferrari, Soulful, Dr.NO, Andrea Bonino, Renato Striglia, Tax e molti altri che si stanno aggiungendo di giorno in giorno. Per l'occasione sarà anche disponibile il Calendario 2013 realizzato da Signetto e dedicato al cinema. Protagonista di questa piccola opera d'arte, gioiello di ironia, intelligenza e creatività è il suo alter ego Red Rhino, il rinoceronte rosso nel cui carattere impetuoso e testardo lui si riconosce appieno. A parlare invece è il suo secondo alter ego il Fol, una sorta di scemo del villaggio che parla una specie di gramelot per dire cose di grande verità.

Tanto per rinfrescare la memoria sui tanti lavori realizzati da Signetto non possiamo non ricordare il suo approccio al set nel 1979 con la partecipazione al film di Jean-Marie Straub e Danièle Huillet “Dalla nube alla resistenza", esperienza che ripeterà in Francia con Raul Ruiz; il già citato "Simpathy for the Rolling" (1982); "Righeira Rap" (1983); "Graditi ospiti" (1986) dedicato alla pubblicità televisiva e in particolare al tormentone del Mobilificio Aiazzone; "Fish-Eyes" (1990); "Govi a Gavi" (1997); "Weltgenie" (1988), una video poesia tratta da "Turin" di Gottfried Benn che racconta la follia di Nietzsche; "Riflessioni sull'alluce" (1994), divertissement sulla disoccupazione intellettuale; "Architetture Olivettiane a Ivrea" (1999) dedicato alla città-laboratorio dagli anni '50 a oggi; "Conversazioni con Robert Kramer" (1998) viaggio tra Torino, Locarno e Parigi insieme al regista culto del cinema indipendente; "Venti anni prima, I cieli della Grecia...conversazioni con Theo Anghelopulos" dopo aver fatto l'assistente di Anghelopulos sul set del film "O Megalexandros" torna nel 2002 a ritrovare il lavoro di un antico maestro; "Nella pancia del piroscafo - piemontesi d'Argentina" in cui si ripercorre il viaggio di tanti piemontesi verso il l'Argentina dove anche la sua famiglia emigrò e dove anche Signetto nacque e "Il Mare sul Muro" dedicato al lavoro della muralista argentina Munù Actis Goretta (2005-2006).

Chi non potesse partecipare Domenica 3 febbraio all'Hiroshima (ingresso a offerta libera) ma volesse dare comunque il proprio contributo può effettuare un versamento a:

Rossofuoco/100 Autori Piemonte,
IBAN: IT42C 06906 01014 000000004362
causale: Pro Alberto Signetto.


La salute può essere un bene.
La malattia a volte può essere addirittura meglio.
Le malattie sono domande.
Sono anche dei compiti, perfino onorificenze.
Tutto dipende da come uno se le appunta.

Ernst Jünger "Visita a Godenholm"


Amici del Red Rhino

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits