Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 01.02.2007 indietro
Serata Plenizio 6-02-'07

Martedì 6 febbraio 2007, ore 21,00
Cinema Massimo - Sala 3
Via Verdi 18 - Torino

Presentazione del libro

Musica per film – Profilo di un mestiere
di Gianfranco Plenizio
Alfredo Guida Editore

Intervengono: l’autore e compositore Gianfranco Plenizio e Walter Vergnano, Sovrintendente del Teatro Regio di Torino


seguirà la proiezione del film

Temporale Rosy
(Italia 1979, 118’, 35mm, col.)
Regia di Mario Monicelli
Interpreti: Gerard Depardieu, Faith Minton, Roland Bock, Gianrico Tedeschi, Helga Anders, Charles Bollett


Sinossi - Raoul Spaccaporte (Gérard Depardieu), ex pugile, conosce "Temporale Rosy", massiccia atleta di catch, e la segue nella sua tournée. La relazione non è facile, e in più c'è di mezzo Mike, l'allenatore innamorato cui Rosy deve tutto. La coppia litiga, l'orgoglioso Raoul tenta disastrosamente di tornare sul ring, ma anche Rosy subisce un'umiliazione.


Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili in sala



Informazioni:

Segreteria Associazione Museo Nazionale del Cinema
Alessandro Gaido 347/2414317


Musica per film. Profilo di un mestiere

di Gianfranco Plenizio
Alfredo Guida Editore
pp. 130 euro 8,40

Il libro ha la sistematicità di un saggio e la funzionalità di un manuale. Gianfranco Plenizio, basandosi sulla sua trentennale esperienza nella musica per film, sia come compositore che come direttore d’orchestra, affronta i problemi teorici del rapporto musica-immagine, le tecniche e le condizioni del “fare”, sottolineando un aspetto raramente preso in considerazione: quello artigianale. Con una ricca aneddotica sui maggiori cineasti italiani, da Germi e Fellini fino a oggi.
Organizzato in quattro parti, Il libro ha uno schema che può essere utile a chi vi si accosta per imparare qualcosa.
Si parte dalla Sinestesia, la capacità di associare all’interno di un’opera percezioni appartenenti a sfere sensoriali diverse. La tesi dell’autore è che per dare un contributo efficace il musicista dovrebbe essere coinvolto al momento della stesura della sceneggiatura. Purtroppo avviene raramente.
Nella seconda parte si affronta la fase di produzione, alla quale il musicista è chiamato a concorrere con produttore e regista. La terza parte è dedicata agli aspetti tecnici (scrittura, registrazione, missaggio e montaggio), mentre la quarta offre un apporto teorico per chi voglia intraprendere il mestiere. L’assunto che domina l’opera è: immediatezza degli effetti e semplicità di linguaggio. Dentro questi parametri si deve muovere la musica per film e il musicista deve piegare le ragioni dell’arte a tante altre necessità.
Completano il libro due appendici dedicate alla musica applicata, dalla pubblicità al teatro e alla direzione d’orchestra per il cinema, sulla base dell’ampia esperienza dell’autore, che dagli anni Sessanta ad oggi ha diretto l’orchestra per le colonne sonore di circa duecento film.

Gianfranco Plenizio, pianista, compositore e direttore d’orchestra, ha collaborato con registi prestigiosi, tra i quali Billy Wilder, Pietro Germi, Mario Monicelli Renzo Castellani, Francesco Rosi, Elio Petri, Dino Risi, Ettore Scola, Ermanno Olmi e Federico Fellini. Da alcuni anni tiene un corso postuniversitario al Sant’Orsola Benincasa di Napoli sul rapporto tra musica e immagine.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits