Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 02.03.2013 indietro
Musica, Cinema e Intercultura con 1911 Lokomotif Orchestra martedì 12 Marzo al Centro Interculturale

"Musica, Cinema e Intercultura" con 1911 Lokomotif Orchestra

Martedì 12 marzo 2013 1911 Lokomotif Orchestra, diretta da Mauro e Roberto Agagliate, eseguirà musiche cinematografiche presso il Centro Interculturale Torino, in Corso Taranto 160. La serata aperta al pubblico e a ingresso libero avrà inizio alle ore 19,15.

Nel corso dell’evento, organizzato dal Centro Interculturale di Torino, dall'Associazione Museo Nazionale del Cinema e dall'Associazione Sostegno Armonico, verrà proiettato un video documentario realizzato da 1911 Lokomotif Orchestra sul tema dell’interculturalità, e l'orchestra eseguirà dal vivo musiche cinematografiche. In programma musiche tratte da celebri film tra i quali "Furyo - Merry Christmas Mr. Lawrence" (musiche di Ryuichi Sakamoto, regia di N. Oshima, 1983), "Underground" (musiche di Goran Bregovic, regia di Emir Kusturica, 1995), "Le Avventure di Pinocchio" (musiche di Fiorenzo Carpi, regia di L. Comencini, 1972) e "Amarcord" (musiche di Nino Rota, regia di F. Fellini, 1973).

1911 Lokomotif Orchestra, coordinata dall'Associazione Sostegno Armonico, propone musica cinematografica in difesa dei diritti dei bambini e dei giovani in condizioni di fragilità. Nel corso della serata verrà proiettato il documentario musicale "Zawabs - musicisti tra terre lontane" di Roberto Agagliate, Italia 2012, 29')

"Zawabs" è un viaggio tra musica e intercultura, tra i racconti di quattro giovani musicisti migrati in Italia da Cile, Giappone, Senegal e comunità Rom romena, e scene tratte da un sogno in bianco e nero fatto da una bambina che muove un mondo-mappamondo con le sue mani.
Un interrogativo di fondo:"La musica può sostenere i percorsi di identità messi duramente alla prova quando un giovane lascia il proprio paese e compie una migrazione? Un immaginario ponte tra la cultura del proprio paese che si lascia e la cultura che si trova nel paese in cui si migra. Un ponte che può essere sorretto anche con l'aiuto della musica, nella consapevolezza contraddittoria che "Chi parte mai più sarà come chi resta, ma chi arriva mai cadrà come chi non si sposta".

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits