Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 05.04.2007 indietro
Inaugurazione "Vicini di guerra" 6-04-07

L’ASSOCIAZIONE MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA
L’ASSOCIAZIONE FRANTI NISI MASA ITALIA
e il GRUPPO STUDENTESCO PROGETTO BALCANI

Sono lieti di invitare la S.V. all’inaugurazione della manifestazione
“VICINI DI GUERRA - Racconti e visioni delle Guerre Jugoslave”

VENERDI’ 6 APRILE 2007, ore 20,45
Cinema Massimo – Sala 3
Via Verdi 18 – Torino

con la proiezione di

“DO YOU REMEMBER SARAJEVO?”
di Nedim Alikadic, Nihad e Sead Kreševlijakovic,
Bosnia-Erzegovina 2002, 55’, (V.O.S.)

“IL CERCHIO PERFETTO”
di Ademir Kenovic,
Bosnia-Erzegovina, Francia 1996, 110', (V.O.S.)

Interverrano il regista Sead Kreševlijakovic, Stefano Della Casa Presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema , Una Gunjak e Sebastiano Pucciarelli Presidente di Franti Nisi Masa Italia.


INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI


Il primo marzo del 1992 l’Assemblea delle Nazioni Unite sanciva l’indipendenza dello Stato denominato Bosnia Erzegovina: la sera del 6 aprile le truppe serbo-bosniache lanciavano il primo massiccio bombardamento su Sarajevo, decretando l’inizio dell’assedio più lungo del Novecento.
Cosa rimane, 15 anni dopo, di una guerra che si è svolta a pochi passi dal nostro paese, e che pure sembra già lontana, quasi non abbia lasciato strascichi nella memoria recente? Cosa hanno rappresentato le Guerre Jugoslave per il nostro continente? E’ quello che il progetto Vicini di guerra - Racconti e visioni delle Guerre Jugoslave si propone di affrontare in una serie di iniziative strettamente correlate tra loro, organizzate dal Gruppo studentesco Progetto Balcani Franti Nisi Masa Italia, con l’obiettivo di tornare a parlare delle guerre balcaniche, a quindici anni di distanza dall’inizio delle ostilità.
L’Associazione Museo Nazionale del Cinema ha deciso di collaborare al progetto proprio nel giorno in cui cade questo tragico anniversario; il 6 aprile 2007, presso la sala 3 del Cinema Massimo verranno proiettati due film che rievocano quei giorni.










“Do you remember Sarajevo?” di Nedim Alikadic, Nihad e Sead Kreševljakovic racconta l'assedio della capitale Bosniaca dall'interno, attraverso gli occhi dei suoi abitanti vicino alla stravolta quotidianità dei tempi di guerra. Tutto inizia nel 1993 quando, ancora preda dell'incredulità per quanto stava accadendo, il sindaco invita i cittadini a usare ogni mezzo per documentare la vita, di chi da un giorno all'altro, si è visto traformare in un bersaglio. Inizia così la resistenza audiovisiva della città che vede qualche centinaio di piccole videocamere ronzare contro i cannoni e la potenza propagandistica di Milosevic.

Il secondo film, “Il cerchio perfetto” di Ademir Kenovic, presentato a Cannes nel 1997 e visto in Italia in rare occasioni, sarà proiettato per la prima volta in pellicola a Torino. Nel pieno dell'assedio di Sarajevo un vecchio poeta, lasciato da solo da moglie e fìglia, fuggite in Croazia, si ritrova improvvisamente in casa due ragazzini scampati ai massacri delle campagne. Si creerà così una nuova fàmiglia per il poeta cinico a stralunato e i tre si metteranno alla ricerca degli zii dei ragazzi nella città assediata, incontrando altre sofferenze e altri orrori. Scritto da Kenovic con Abdulah Sidran, poeta bosniaco e sceneggiatore dei primi film di Emir Kusturica ( “Ti ricordi di Dolly Bell” e “Papà… è in viaggio d’affari” ), “Il cerchio perfetto” è anche un’eccezionale testimonianza storica: è il primo film girato a Sarajevo dopo la fine dell’assedio.

La finalità principale di Vicini di Guerra non è tanto quella di sensibilizzare la cittadinanza o commemorare un triste anniversario, ma piuttosto stimolare la curiosità, la riflessione e la riapertura di un dibattito sulla questione, anche alla luce dei fatti recentemente accaduti nell’area balcanica (il giudizio del tribunale ONU sul genocidio di Srebrenica, la situazione in Kosovo). Non solo ricordare quanto è successo, ma indagare sul significato di quegli anni, su ciò che hanno lasciato e sulle conseguenze che hanno prodotto.


(In allegato l’invito alla serata e il programma generale di “Vicini di Guerra”)


Informazioni:

Associazione Museo Nazionale del Cinema
Segreteria e Ufficio Stampa
Alessandro Gaido +39 347 24 14 317

Segreteria Organizzativa
Vittorio Sclaverani +39 347 56 46 645
www.amnc.it info@amnc.it


Franti Nisi Masa Italia
Sebastiano Pucciarelli +39 333 63 66 531
www.frantinisimasa.it info@frantinisimasa.it

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits