Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 07.11.2013 indietro
"Altra Europa" di Rossella Schillaci proiettato all’ex MOI – Domenica 10 novembre

Domenica 10 novembre ore 21,00
Secondo appuntamento del Psicologia Film Festival
proiezione di Altra Europa di Rossella Schillaci (2011, 75′)
presso l’ex MOI – Villaggio Olimpico,
Via Giordano Bruno 201, Torino
Ingresso libero ad offerta libera

Il Collettivo di Psicologia, in collaborazione con l’AMNC, Videocommunity, SUR, Azul Produzioni e Cinemaitaliano.info vi invitano al secondo appuntamento del Psicologia Film Festival, domenica 10 novembre ore 21,00 presso l’Area EX- MOI – Villaggio Olimpico con la proiezione del film documentario Altra Europa di Rossella Schillaci. Nel novembre del 2008 circa 300 rifugiati somali e sudanesi occupano una vecchia clinica abbandonata in Borgo San Paolo storico quartiere operaio di Torino. La clinica è per loro l’unico rifugio, nonostante l’allacciamento all’energia elettrica sia precario e pericoloso e l’acqua corrente ci sia solo in quelle che erano le vecchie cucine della clinica, una per piano, una per circa 80 persone. Ma i rifugiati sono ben intenzionati a costruirsi qui un’alternativa, impegnandosi in corsi di avviamento al lavoro e nello studio della lingua italiana. Ed è proprio la loro determinazione ad animare gli squallidi e gelidi interni della clinica.

Un’altra storia, forse: nell’aprile di quest’anno 2013 circa trecento migranti rimasti senza tetto e speranza dopo la fine del Programma ENA (Emergenza Nord Africa) occupano tre palazzine dell’ex Villaggio Olimpico. Gli stabili, costruiti in occasione delle Olimpiadi del 2006 e abbandonati da più di sei anni, hanno ripreso vita e sono ora la casa dei rifugiati vincolati da una convenzione comunitaria che non permette loro di migrare verso altri paesi europei. Da aprile a oggi sono arrivati all’ex-Moi altri rifugiati nella stessa situazione raggiungendo il numero di 600 persone. Gli occupanti dell’ex Moi, hanno intrapreso un percorso collettivo per reclamare i loro diritti ma oggi si trovano alle porte dell’inverno con la necessità di affrontare gli stessi problemi raccontati nelle vicende di Altra Europa: la mancanza di acqua calda e riscaldamento.
Dopo la proiezione proveremo a confrontare la situazione attuale con l’esperienza di ieri, saranno presenti anche la regista Rossella Schillaci, il prof. Roberto Beneduce, docente di Antropologia Culturale e gli occupanti dell’ex-Moi. La proiezione è ad ingresso libero con la possibilità di fare un’offerta per sostenere il Comitato di Solidarietà Rifugiati e Migranti.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits