Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 27.01.2014 indietro
Anteprima nazionale "Muro Basso" per il lancio della terza edizione di Lavori in Corto. Domenica 2 febbraio ore 18,15 al Cinema Massimo

Serata LAVORI IN CORTO con:

lancio del bando del terzo concorso cinematografico “Lavori in corto”

e anteprima nazionale del film

“Muro basso – Se la decrescita è anche uno spazio”

di Enrico Masi e Stefano Migliore

Domenica 2 Febbraio, ore 18.15, Cinema Massimo – Sala 3

(Via Verdi 18 – Torino)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Domenica 2 febbraio alle ore 18.15 presso il Cinema Massimo di Torino l’Associazione Museo Nazionale del Cinema e l’Associazione Riccardo Braghin presentano il bando diLavori in corto, terza edizione del concorso cinematografico nazionale per cortometraggi e documentari che quest’anno si concentra sulla tematica della partecipazione attiva e delle diverse forme di organizzazione e democrazia dal basso. Ad accompagnare la presentazione del bando, l’AMNC è lieta di ospitare l’anteprima nazionale del film-documentarioMuro basso – Se la decrescita è anche uno spazio, diretto da Enrico Masi e Stefano Migliore e realizzato dal gruppo Caucaso.

Il progetto del concorso di Lavori in cortonasce dall’esigenza di sensibilizzare la cittadinanza a tematiche di tipo sociale attraverso le immagini e le storie raccontate nei cortometraggi e documentari in concorso. La tematica dell’edizione 2014, partecipazione attiva e democrazia dal basso, è la partecipazione intesa come contributo alle decisioni riguardanti la nostra vita all’interno di una comunità, ma anche come impegno e presenza nel modificare e migliorare ciò che non funziona per la collettività, partendo dal presupposto che essere cittadini significa prendere parte concretamente all’azione civica nelle sue molteplici forme, al fine di tutelare i diritti, curare beni comuni e sostenere soggetti e situazioni in difficoltà. Esempi di democrazia dal basso, intesi come momenti di aggregazione e incontro realizzati da gruppi informali nell’ottica di una finalità condivisa, sono i comitati nati per la difesa dei beni comuni, gruppi di acquisto solidale ed esperienze di democrazia partecipativa del passato.

Il bando diLavori in Corto, concorso cinematografico per cortometraggi e documentari rivolto agli autori under 35 residenti sul territorio nazionale, rimarrà aperto fino al 15 aprile.

Due i premi in palio: il primo premio “Armando Ceste” di 1.500 Euro in denaro al vincitore del concorso, offerto dall’Associazione Riccardo Braghin, e il premio “Lavoro e partecipazione” di 300 Euro in denaro offerto dalla rivista Sicurezza e Lavoro.

Il primo premio è intitolato per il primo anno ad Armando Ceste, regista torinese scomparso nel 2009 che nel corso della sua carriera cinematografica e del suo impegno politico, dalla fondazione del Collettivo Cinema Militante di Torino aMovimento (2008), ha documentato e raccontato le contraddizioni del presente. Ceste è sempre stato vicino a questioni sociali già affrontate nelle precedenti edizioni di Lavori in corto (lavoro, immigrazione, inclusione sociale, questioni abitative, movimenti). Nel 2002 ha realizzato Liberaterra per cui dichiarò: “Dopo aver girato per settimane, per raccogliere ore di materiale filmato e testimonianze, in quelle terre difficili dove dominano ancora la prepotenza, la paura, la rassegnazione, avevo deciso in un momento di sconforto di cambiare il titolo del film in Amaraterra. Ho scelto alla fine di lasciare quello iniziale, come un segnale di speranza e di omaggio a tutti quegli uomini, donne, ragazzi, noti e meno noti (a cui il film è dedicato), che in quelle terre lottano quotidianamente con molto coraggio per realizzare una vita migliore”. (Armando Ceste)

I lavori che partecipano al concorso saranno proiettati durante un appuntamento festivaliero che si svolgerà a fine maggio.

Muro basso – Se la decrescita è anche uno spazio, diretto da Enrico Masi e Stefano Migliore, racconta la vita di tre proprietà confiscate alle mafie e restituite alla collettività grazie alla legge 109/96 (legge di iniziativa popolare promossa da Libera e validata da un milione di firme di cittadini). Attraverso il dialogo in carcere tra un giovane attivista del sud, Luciano Leggio, ed Enzo Biagi, fino alle parole di Don Ciotti e di un sopravvissuto a un attentato della ‘ndrangheta,Muro basso ci accompagna in un viaggio tra luoghi rigenerati, in cui ogni gesto quotidiano diventa una piccola rivoluzione. “Nel corso di questi anni – afferma Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera – sono numerosi e concreti i percorsi di giustizia, i diritti costruiti grazie alla legge 109: dagli edifici trasformati in scuole, caserme, centri per anziani, alle cooperative che sui terreni confiscati danno lavoro a tanti giovani.”

Intervengono alla serata i registi Enrico Masi e Stefano Migliore, Francesca Rispoli di Libera,Massimiliano Quirico direttore della rivista Sicurezza e Lavoro, Valentina D’Amelio coordinatrice del concorso Lavori in corto, Eugenio Gruppi presidente dell’Associazione Riccardo Braghin e Vittorio Sclaverani presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

Ricordiamo che fino al 16 febbraio sarà possibile sostenere il progetto di Lavori in corto grazie alla campagna di crowdfunding, ricca di rewards, sulla piattaforma Starteed:

http://www.starteed.com/projects/2061/lavori-in-corto-2014-storie-di-ordinaria-partecipazione

Sarà inoltre possibile supportare l’iniziativa partecipando ad una festa che si svolgerà domenica 9 febbraio presso la Casa del Quartiere di San Salvario, con aperitivo e proiezione video.

Per maggiori informazioni:lavorincorto@gmail.com – http://lavoriincorto.it

Ufficio stampa AMNC: Giulia Gaiato


"Lavori in corto" è un progetto a cura di Associazione Museo Nazionale del Cinema e dell’Associazione Riccardo Braghin realizzato con il sostegno e la collaborazione di Fondazione CRT, Regione Piemonte, Città di Torino, MoleCola, M**Bun, Giemme, Akita Tour, 1911 Lokomotif Ensemble, Sostegno Armonico, Il Contesto, Tactile Vision Onlus, Turin. Storia e storie della città, Sicurezza e Lavoro, Museo Nazionale del Cinema, Film Commission Torino Piemonte, Casa del Quartiere di San Salvario, Fondazione Mirafiori Onlus, La Casa nel Parco di Mirafiori, Cinema Italiano.info, Blu.is, Socializers, Associazione Chicca Richelmy, Franti Nisi Masa, Centro Studi Sereno Regis, Cecchi Point Hub Multiculturale, Videocommunity, ACMOS, Ar.Te.Mu.Da., Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, D.A.M.S. di Torino, Psicologia Film Festival, Collettivo di Psicologia, MIC – Media Intercultura e Cittadinanza, Scena Madre, SUR – Società Umane Resistenti, Toolbox, Centro culturale albanese e Social Lab Film Festival.

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits