Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 27.01.2014 indietro
"Gli Invisibili" a cura di Stefano Grossi da giovedì 30 gennaio al Cecchi Point

"Gli Invisibili" a cura di Stefano Grossi

3 appuntamenti dedicati al documentario dal 30 gennaio 2014

Cecchi Point – Hub Multiculturale

Via Antonio Cecchi 17, Torino

Ingresso libero

Nell’ambito della programmazione cinematografica del Cecchi Point – Hub Multiculturale curata dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema e da Videocommunity, giovedì 30 gennaio alle ore 21,00 si inaugurerà la rassegna "Gli Invisibili" curata dal regista Stefano Grossi.

"Il Canto dei Nuovi Emigranti" di Felice D’Agostino e Arturo Lavorato il 30 gennaio, "La morte mi fa ridere la vita no!" Piero Di Livorno di Todomodo il 26 febbraio, "Il mio nome è Nico Cirasola" di Giovanni Piperno il 26 marzo: tre documentari d’autore accomunati da un sottile filo rosso, quello dell’intransigenza esistenziale e artistica dei loro protagonisti, tre formidabili “lunatici”: il grande poeta calabrese Franco Costabile, il cantautore livornese “di culto” Piero Ciampi e l’originale filmmaker pugliese Nico Cirasola. I tre documentari verranno introdotti da tre brevi cortometraggi, tratti dalle pagine dei "Diari del Novecento" di Rodolfo Sonego, Alda Merini e Vittorio De Seta diretti dal curatore.L’ingresso alle proiezioni è libero fino ad esaurimento posti disponibili in sala.

“Il titolo di questa breve rassegna di cortometraggi e documentari è volutamente paradossale. I film che raccoglie, infatti, non rientrano affatto nella categoria di “quelli che nessuno ha visto”. Tutti hanno circolato nei festival, molti hanno avuto premi. I loro autori sono nomi noti del cinema italiano non solo documentario: da Felice D’Agostino e Arturo Lavorato, ai Todomodo, Claudio Di Mambro, Luca Mandrile e Umberto Migliaccioa Giovanni Piperno. Perché dunque questi film sono Invisibili? Perché hanno difficoltà a essere visti da un pubblico che non sia solo, per l’appunto, quello dei festival: dove spesso si esaurisce la loro breve vita. Per questo li abbiamo scelti. Per questo vi suggeriamo di guardarli. Buona visione!” Stefano Grossi.

Per maggiori informazioni: http://www.cecchipoint.it/ – cinema@cecchipoint.it – 3475646645


SCHEDE DEI FILM IN PROGRAMMA

Giovedì 30 gennaio alle ore 21,00

"Il Canto dei Nuovi Emigranti" (2005, 54’) di Arturo Lavorato e Felice D’Agostino

A 40 anni dalla morte di Franco Costabile, Il Canto dei Nuovi Emigranti (ispirato alla poesia omonima) racconta la storia collettiva di un popolo attraverso la vita e l’opera del poeta. L’aspra realtà calabrese, la diaspora dell’emigrazione, l’estraneità radicale delle istituzioni e degli uomini politici, il dolore umano di una condizione senza scampo sono i tratti dell’itinerario e della vicenda esistenziale di Franco Costabile, che si propongono come capitoli di una vicenda insieme familiare e sociale. Il film ha vinto il premio Doc 2005 al Torino Film Festival e il premio Casa Rossa doc al Bellaria Film Festival. Gli autori hanno vinto la sezione Orizzonti durante la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 2011 con il film In Attesa dell’Avvento. La proiezione sarà preceduta da Diari del Novecento – Rodolfo Sonego (2009, 3’) di Stefano Grossi.


Mercoledì 26 febbraio alle ore 21,00

"La morte mi fa ridere, la vita no! Piero Di Livorno" (2005, 60’)
diretto da Todomodo (Claudio Di Mambro, Luca Mandrile e Umberto Migliaccio)

“Io sono il più grande, perché mi posso permettere di prendere 300.000 lire a sera e mandare un altro a cantare al mio posto. Tanto chi conosce Piero Ciampi?” Questo film racconta chi era Piero Ciampi, cantautore incazzato perché anarchico, comunista e livornese, attraverso le testimonianze di chi ha condiviso con lui la poesia, la musica e le serate alcoliche. Il film ha ricevuto il Secondo Premio al Bellaria Film Festival 2005 e ha partecipato a Filmmaker Film Festival 2005, al Festival dei Popoli 2005 e alla Rassegna del documentario Premio Libero Bizzarri 2005. La proiezione sarà preceduta da Diari del Novecento – Alda Merini (2009, 3’) di Stefano Grossi.


Mercoledì 26 marzo alle ore 21,00

"Il mio nome è Nico Cirasola" (1998, 52’) di Giovanni Piperno

Nico Cirasola, un regista indipendente del meridione italiano, sconosciuto al pubblico del suo paese, non è mai riuscito ad avere un suo film selezionato alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Nel 1997 l’unico critico italiano ad apprezzare il suo lavoro è uno dei selezionatori del Festival. Nico Cirasola decide così di girare un film per non perdere quest’occasione. Ha tre mesi di tempo per ideare, girare, montare il suo terzo lungometraggio. Il film ha preso la menzione speciale al Premio Libero Bizzarri del 1999.

“Con gli spezzoni dei suoi film precedenti, con il racconto corale delle sue avventure da parte di molti tra i tantissimi che hanno avuto a che fare con lui, e, naturalmente, con i momenti più emblematici della preparazione del suo ultimo film, Bassa Marea, ho potuto costruire una sorta di monumentale film-biografia su un regista sconosciuto. Infaticabile dissipatore delle preziose energie che riesce a raccogliere intorno a sé, innamorato di un’idea quasi primordiale di cinema, cialtrone ma con uno stile inconfondibile, Nico Cirasola è un eroe del nostro tempo, o forse, più semplicemente, un italiano medio.” Giovanni Piperno.

La proiezione sarà preceduta da "Diari del Novecento – Vittorio De Seta" (2009, 3’) di Stefano Grossi.

Il curatore

Stefano Grossi, regista e sceneggiatore, nato a Milano nel 1963, vive a Torino dal 2013. Ha diretto cortometraggi, lungometraggi e documentari, presentati in numerosi festival nazionali ed internazionali (Venezia, Locarno, San Francisco, Denver, Med Film Festival, Las Palmas Film Festival, Europa Cinema, San Paolo, Angers, Annecy). Ha tradotto e curato pubblicazioni cinematografiche per Gremese Editore. Dal 1997 al 2000 ha condotto seminari presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova come professore a contratto di Filmologia e Storia del Cinema. Nel 2006 ha fondato la produzione cinematografica Vostok Film. Filmografia: "Giaime Pintor, al fratello Luigi, 28/11/1943" (1996), "Due come noi, non dei migliori (1999), 106.600 – Radio Rock (2001), "Il primo giorno" (2002), "Azione è uscire dalla solitudine, un incontro con Luigi Pintor" (2003), "Miracolo italiano, dieci anni da non dimenticare (1957 – 1967) (2008)", "Diari del Novecento" (2009), "Democrazia significa lotta pacifica e civile" (2011), "Nel paese di Giralaruota (Il grande inganno di Calciopoli)" (2011), "C’era una volta in Italia" (2012) e "La vera memoria" (2013).

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits