Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 30.04.2014 indietro
frammenti di un nuovo cinema veneto – 8 e 9 maggio al Cecchi Point per il Salone OFF 2014

frammenti di un nuovo cinema veneto

proiezioni e workshop a cura di Videocommunity,
Associazione Museo Nazionale del Cinema e Kinocchio – Il cinema in movimento

8 e 9 maggio 2014 Cecchi Point – Hub Multiculturale

Via Antonio Cecchi 17, Torino

Nell’ambito degli appuntamenti promossi dalla Circoscrizione 7 della Città di Torino nel Salone OFF 2014 – Libri, parole, eventi in città. Torino vista bene, Videocommunity, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Kinocchio – Il cinema in movimento propongono il progetto frammenti di nuovo cinema venetodue giorni di cinema dedicati al Veneto, Regione ospite del del Salone Internazionale del libro 2014, con una proiezione e un seminario per gli studenti e appassionati di scrittura per il cinema presso il Cecchi Point condotto da Marco Pettenello. Il Veneto da sempre ha una vocazione cinematografica come il Piemonte grazie a Festival, case di produzioni e autori; Padova in particolare, grazie al lavoro di Carlo Mazzacurati, scomparso ad inizio anno, ha fatto crescere una nuova generazione di registi come Andrea Segre, Alessandro Rossetto, Marco Segato e tanti giovani filmmaker indipendenti. Tra le molteplici realtà che animano il cinema in veneto c’è Kinocchio, un progetto culturale che si occupa di mettere in contatto gli aspiranti cineasti con gli autori più affermati, proponendo workshop didattici intensivi e residenziali. Attraverso questo progetto intende incontrare e scambiare pratiche con Videocommunity e Associazione Museo Nazionale del Cinema, e presentare una selezione dei migliori cortometraggi.

> Venerdì 9 maggio, ore 21,00 – Ingresso libero

Cecchi Point – Hub Multiculturale, Via Antonio Cecchi 17, Torino

Proiezione di cortometraggi di Kinocchio – Il cinema in movimento

La proiezione sarà introdotta da Marco Fantacuzzi, direttore artistico di Kinocchio.

Kinocchio è un progetto culturale dedicato al cinema, ma con uno sguardo sempre attento al racconto delle dinamiche sociali, e ha lanciato per l’anno 2013-2014 un’azione sul territorio italiano dal titolo L’integrazione non fa notizia. Quest’azione comprende un laboratorio di cinema finalizzato alla realizzazione di cortometraggi sui temi dell’integrazione culturale e dell’inclusione sociale, che si è svolto dall’11 al 22 settembre 2013 in varie location della provincia di Padova, e un successivo tour di proiezione dei cortometraggi in varie città d’Italia. I quindici filmmakers partecipanti al workshop provengono da varie regioni d’Italia, e hanno avuto modo di sviluppare i loro progetti insieme ad alcuni tra i migliori autori e professionisti del cinema italiano: Giorgio Diritti ("L’uomo che verrà", "Un giorno devi andare"), Pietro Marcello ("La bocca del lupo"), Wu Ming 2 ("Lavorare con lentezza").

Grazie alla supervisione di questi maestri e di altri professionisti che collaborano al progetto, i partecipanti hanno seguito un percorso creativo che li ha portati a scrivere girare e montare otto brevi film in dieci intensi giorni di lavoro.


a seguire proiezione de "La prima neve" di Andrea Segre

Il film sarà presentato dallo sceneggiatore Marco Pettenello

La prima neve è quella che tutti in valle aspettano. È quella che trasforma i colori, le forme, i contorni. Dani però non ha mai visto la neve. Dani è nato in Togo, ed è arrivato in Italia in fuga dalla guerra in Libia. È ospite di una casa accoglienza a Pergine, paesino nelle montagne del Trentino, ai piedi della Val dei Mocheni. Ha una figlia di un anno, di cui però non riesce a occuparsi. C’è qualcosa che lo blocca. Un dolore profondo. Dani viene invitato a lavorare nel laboratorio di Pietro, un vecchio falegname e apicoltore della Val dei Mocheni, che vive in un maso di montagna insieme alla nuora Elisa e al nipote Michele, un ragazzino di 10 anni la cui irrequietezza colpisce subito Dani. Il padre di Michele è morto da poco, lasciando un grande vuoto nella vita del ragazzino, che vive con conflitto e tensione il rapporto con la madre e cerca invece supporto e amicizia nello zio Fabio. La neve prima o poi arriverà e non rimane molto tempo per riparare le arnie e raccogliere la legna. Un tempo breve e necessario, che permette a dolori e silenzi di diventare occasioni per capire e conoscere. Un tempo per lasciare che le foglie, gli alberi e i boschi si preparino a cambiare. In quel tempo e in quei boschi, prima della neve, Dani e Michele potranno imparare ad ascoltarsi.


> Sabato 10 maggio, ore 10,00 – 18,00

Cecchi Point – Hub Multiculturale, Via Antonio Cecchi 17, Torino

Come treni nella notte. Riflessioni sulla scrittura per il cinema con Marco Pettenello – in collaborazione con Bottega Indipendente

Scrivere un film richiede tempo, è un procedimento a volte entusiasmante e a volte faticoso. I segreti, le tecniche, la magia e la quotidianità di questo viaggio compongono il mestiere di uno sceneggiatore. In questo seminario Marco Pettenello racconterà ai partecipanti come avviene il processo di scrittura dei suoi film. Metodi, tecniche, aneddoti e riflessioni per raccontare il film e il mestiere di chi li scrive.

In circa quindici anni di professionismo mi è capitato di ambientare molti film nella parte del mondo in cui sono cresciuto: l’Italia nord orientale. Seguendo il vecchio consiglio di raccontare quello che si conosce meglio, questi film hanno fatto parte di una piccola ondata di cinema locale, realizzati da una comunità artistica ristretta ma solida di registi, attori, tecnici e produttori. Francois Truffaut diceva che i film sono come treni che passano nella notte, e questi treni sono passati da Padova, Chioggia, Jesolo, le montagne del Trentino, la campagna di Gorizia, il delta del Po. Scrivere non è un mestiere che si insegna facilmente, specialmente in un giorno solo, ma posso raccontare quello che ho visto, qualche errore di cui mi pento, qualche scelta che rifarei. Mostrare soggetti, vecchie stesure, provini di attori, raccontare com’è successo che poche frasi su un foglio a quadretti diventassero un film. Marco Pettenello

Biografia: Marco Pettenello, sceneggiatore, è nato a Padova nel 1973. È cresciuto professionalmente con Carlo Mazzacurati, con cui ha scritto "La lingua del Santo", "La giusta distanza", "La passione" e il nuovo La sedia della felicità. Ha scritto con Andrea Segre le sceneggiature di "Io sono Li" e "La prima neve", ha lavorato a Il comandante e la cicogna di Silvio Soldini, all’ambiziosa commedia "Missione di pace" di Francesco Lagi e all’opera prima di Matteo Oleotto, "Zoran il mio nipote scemo". Ha vinto il premio Solinas nel 2007 con "Nudi alla meta", scritto con Andrea Prandstraller. Ha vissuto in Gran Bretagna, in Spagna e in Argentina. Ha tradotto dall’inglese un romanzo di Thomas Hardy e uno di Robert Louis Stevenson. Ha lavorato per la tv italiana e francese. È tra i fondatori del Kino, piccola sala di qualità a Roma. Tiene un laboratorio di sceneggiatura presso l’Università di Roma Tre, ha tenuto corsi per OffiCine allo Ied di Milano, Bottega Indipendente a Padova, Officine Mattoli a Tolentino (Mc).

Numero massimo partecipanti: 30 persone

Quota di iscrizione: 20,00 euro (comprensivo della tessera associativa di Videocommunity)

Modalità di iscrizione: inviare una mail con Nome, Cognome, contatto mail, telefonico e breve CV a cinema@cecchipoint.it

Modalità di pagamento: il pagamento avverrà direttamente il 10 maggio al desk di accoglienza presso Cecchi Point.

Deadline iscrizione: 9 maggio 2014

La proiezione de La prima neve di venerdì 8 maggio è propedeutica al workshop di scrittura cinematografica.

Per maggiori informazioni: 347 56 46 645 – cinema@cecchipoint.it

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits