Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 20.08.2007 indietro
"UN SILENZIO TRA DUE PENSIERI - RASSEGNA CINEMATOGRAFICA INTORNO ALL’AFGHANISTAN" 22 giugno - 11 settembre 2007

L’ASSOCIAZIONE MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA
con il sostegno della FONDAZIONE PER L’ARTE DELLA COMPAGNIA DI SAN PAOLO e la collaborazione dell’ASSOCIAZIONE GIOVANNI SECCO SUARDO


ESTATE AL TEATRO ROMANO


"UN SILENZIO TRA DUE PENSIERI -
RASSEGNA CINEMATOGRAFICA INTORNO ALL’AFGHANISTAN"
a cura di VITTORIO SCLAVERANI E LAURA D’AMORE
22 GIUGNO – 11 SETTEMBRE

Le proiezioni si svolgeranno presso il Teatro Romano, piazza San Giovanni ang. Via XX Settembre, con ingresso libero fino ad esaurimento posti. Inizio alle ore 21,30 con una replica il martedì alle ore 11,00 all’interno della mostra. Il martedì l’ingresso alla mostra sarà gratuito fino alle ore 14,00.

VENERDÌ 22 GIUGNO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 26 GIUGNO)
ENEMIES OF HAPPINESS
Regia: Eva Mulvad e Anja Al Erhayem - Danimarca - 2006, Colore, 58 minuti - Documentario (Versione Originale con Sottotitoli in Italiano), ANTEPRIMA

Malalai Joya, ventottenne afgana, ha ridefinito il ruolo delle donne ed è stata ufficialmente eletta nel suo Paese nel 2005. Una storica vittoria alle prime elezioni democratiche in Afghanistan dopo oltre 30 anni. Viene oggi chiamata “Dead woman walking” a causa delle continue minacce che riceve per il suo impegno politico (è sopravvissuta a quattro attentati). Il video racconta il percorso che l’ha portata ad essere eletta, decisa a far sentire la propria voce, e offre inoltre un’interessante visione della situazione dell’Afghanistan.

VENERDÌ 29 GIUGNO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 3 LUGLIO)
ALLE CINQUE DELLA SERA (PANJ É ASR)
Regia: Samira Makhmalbaf - Iran - 2003, Col., 105 minuti, Fiction, (V.O.Sott.It.)

Primo film girato in Afghanistan dopo la caduta del regime dei talebani. Dopo la fine di Enduring Freedom e la scomparsa degli uomini del mullah Omar, riaprono le scuole non solo per i bambini, ma anche per le ragazze e fra la gente torna la voglia di vivere. La figlia di un anziano carrettiere ha un sogno nel cassetto: quello di diventare Presidente della Repubblica. È costretta, invece, a fuggire da Kabul con tutta la famiglia.

VENERDÌ 13 LUGLIO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 17 LUGLIO)
BREAKING THE SILENCE: MUSIC IN AFGHANISTAN
Regia: Simon Broughton - Afghanistan - 2002, Col. 60 minuti, Documentario

La proibizione della musica da parte del governo Talebano in Afghanistan, nel periodo dal 1996 al 2001, è stata la più violenta e dura della storia. Eccetto che per alcuni canti a cappella, privi di accompagnamento strumentale, tutta la musica fu proibita nel Paese e gli strumenti musicali distrutti e bruciati. Questo film documenta il grande momento in cui l’Afghanistan si è nuovamente messo in contatto con la sua cultura musicale. Girato a Kabul e Peshawar (Pakistan) nel gennaio del 2002, appena due mesi dopo la caduta del regime Talebano, il film è più di un’introduzione alla musica afgana infatti mostra da un lato come questa, e l’intero Paese, siano stati presi nel tiro incrociato dei vari regimi e governi negli ultimi 25 anni e dall’altro come solo ora i compositori di Kabul stiano ricostruendo la vita musicale quasi completamente annientata. Con la regia di Simon Broughton, direttore di Songlines, co-editor e regista della World Music Guide (Penguin), il film ha vinto il Premio come miglior documentario Golden Prague Festival nel 2002.

VENERDÌ 20 LUGLIO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 24 LUGLIO)
COSE DI QUESTO MONDO (IN THIS WORLD)
Regia: Michael Winterbottom, - Gran Bretagna - 2002, Col., 87 minuti, Fiction, (V.O.Sott.It.)

Un milione di rifugiati afgani vive a Peshawar una città pakistana vicino alla frontiera. Molti di loro sono là dall’ottobre 2001 quando gli americani iniziarono a bombardare il loro Paese. Jamal e Enayat, riescono a passare il confine clandestinamente e iniziano un viaggio travagliato, di speranza verso l'Inghilterra.

VENERDÌ 27 LUGLIO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 31 LUGLIO)
AFGHANISTAN: EFFETTI COLLATERALI
Regia: Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati - Italia - 2002, Col. 60 minuti, Documentario
Il film di Fabrizio Lazzaretti e Alberto Vendemmiati documenta le attività di Emergency in Afghanistan dal settembre al dicembre del 2001: dalla normale emergenza della vita quotidiana nel Panshir al viaggio del team di Gino Strada verso Kabul per portare aiuto alle vittime della nuova guerra all’Afghanistan.

Proiezione preceduta da
COSTRUIAMO LA LUCE (COSTRUIAMO LA PACE)
Regia: Elisa Bertolotti - Italia - 2002, 15 minuti, Animazione

Costruiamo la luce (costruiamo la pace), è un cortometraggio animato ispirato ad una storia realmente accaduta che racconta della realizzazione, nella Valle del Panshir in Afghanistan, di una piccola turbina per fornire la luce elettrica al villaggio di Anabah devastato da 25 anni di conflitti. Un gesto di pace in tempo di guerra.
SERATA IN COLLABORAZIONE CON EMERGENCY

VENERDÌ 3 AGOSTO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 7 AGOSTO)
BOCCIOLI DI RABBIA
Regia: Michela Guberti - Italia – 2007, 52 minuti, Documentario, (V.O.Sott.It.), ANTEPRIMA

Sahar è una donna di RAWA – Revolutionary Association of Women of Afghanistan - un bocciolo di rabbia che è fiorito e insieme a tanti altri lavora per portare una rivoluzione in Afghanistan: sconfiggere il fondamentalismo e la cultura maschilista. Il suo ruolo in RAWA è segreto e il suo volto, sempre parzialmente coperto, s’indovina soltanto. Il video racconta dell’incontro a Kabul con le associate di Rawa per celebrare insieme l’8 marzo, e del viaggio attraverso villaggi sperduti, periferie, scuole all’aperto e cliniche rudimentali.
Conosciamo così le realtà per le quali Sahar lotta insieme con altre donne e uomini. Un impegno che ci fa pensare – e sperare – che un Afghanistan diverso possa esistere.

VENERDÌ 24 AGOSTO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 28 AGOSTO)
SILENZIO TRA DUE PENSIERI (SOKOOTE BEINE DO FEKR)
Regia: Babak Payami - Iran - 2003, Col. 95 minuti, Fiction, (V.O.Sott.It.)

Al confine tra Iran e Afghanistan una giovane donna è condannata a morte, ma la ragazza è vergine e secondo il Corano le vergini vanno in paradiso, mentre come criminale dovrebbe andare all'inferno. La pena viene sospesa nell'attesa che il boia sposi la ragazza e solo successivamente possa giustiziarla.

VENERDÌ 31 AGOSTO 2007 (REPLICA MARTEDÌ 4 SETTEMBRE)
THE ROAD TO GUANTANAMO
Regia: Michael Winterbottom e Mat Whitecross - Gran Bretagna - 2006, Col., 95 minuti, Documentario, (V.O.Sott.It.)

Settembre 2001. La madre di Asif, un ragazzo pakistano che vive a Tipton in Inghilterra, trova una sposa per lui, così, il giovane e altri suoi tre amici partono per il Pakistan. Lì visitano una moschea dove l'Imam invita i giovani ad aiutare la gente dell'Afghanistan. I ragazzi partono, ma sono catturati dalle forze statunitensi e dopo qualche giorno vengono trasportati segretamente a Guantanamo con l'accusa d’essere membri di Al-Qaeda. Da quel momento non si ha più notizia di uno di loro, Monir. Dopo oltre due anni gli altri tre sono stati liberati senza nessuna imputazione

VENERDÌ 7 SETTEMBRE 2007 (REPLICA MARTEDÌ 11 SETTEMBRE)
CLOWN IN KABUL
Regia: Enzo Balestrieri e Stefano Moser - Italia - 2002, Col., 60 minuti, Documentario

Raccontato seguendo la missione di medici-clown, soprattutto italiani, che cercano di portare un po’ di sorriso sui volti dei bambini afgani, martoriati dagli ordigni, il documentario è fortemente schierato in favore del ‘no’ a qualsiasi guerra, sulla base dell’enorme tributo da pagare in vite umane in campo civile. E’ un film sull’incontro tra culture diverse capaci di dialogare attraverso una dimensione ludica che diventa compassione. E’ facile commuoversi con il Patch Adams divenuto protagonista di un film di successo interpretato da un attore come Robin Williams. Più difficile, per alcuni, accettare quello che dice della politica del suo Paese. Ma l’uomo è sempre quello. Allora bisogna saper scegliere.


Fondazione per l’Arte della Compagnia di San Paolo:
www.fondazionearte.it paola.assom@fondazionearte.it

Associazione Museo Nazionale del Cinema: www.amnc.it info@amnc.it

In collaborazione con l’Associazione Giovanni Secco Suardo per il restauro e la conservazione dei Beni Culturali: www.associazionegiovanniseccosuardo.it

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits