Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 07.06.2015 indietro
Omaggio a Chiara Cremaschi Giovedì 11 Giugno alla Cavallerizza Reale di Torino

Il cinema alla Cavallerizza

Omaggio a Chiara Cremaschi

Giovedì 11 Giugno ore 21,00

Cavallerizza Reale, Via Verdi 9, Torino

Ingresso libero

Per il prossimo appuntamento del Cinema alla Cavallerizza, giovedì 11 Giugno alle ore 21,00 l’Associazione Museo Nazionale del Cinema presenta i film di Chiara Cremaschi. Chiara Cremaschi, regista e sceneggiatrice, nel 1998 ha vinto con "Il cielo stellato dentro di me" la Menzione Speciale al Premio Solinas e il Premio Film Made in Italy di Rai International. Ha scritto il soggetto per il film "Tutto parla" di te di Alina Marazzi, i documentari "L’uomo che corre" e "La mia ascia di guerra" di Andrea Zambelli, e "Bambini in carcere" di Rossella Schillaci. Ha diretto numerosi cortometraggi, tra cui quelli che saranno proiettati alla Cavallerizza Reale.

"Parole per dirlo – dalla parte delle bambine" (1997, 10′) è un film sui dubbi, le incertezze e l’immaginario di una bambina degli anni Settanta, tra collettivi, referendum sull’aborto, manifestazioni e… Grease!
"Quella cosa incredibile da farsi" (2003, 40′) è un documentario sulla storia di una famiglia. Al centro, una straordinaria figura di donna, Lisa Ghelfenbein, ebrea, nata a Odessa, venuta in Italia ai primi del Novecento per avere l’opportunità di studiare medicina a Torino. Lisa in Italia ci rimane, conosce l’uomo che diventa suo marito, si sposa e si trasferisce a Bergamo, dove cresce una numerosa famiglia. Durante il periodo delle leggi razziali, Lisa è costretta ad abbandonare marito e figli per nascondersi in un convento, lontano da tutto e da tutti. Si salverà, ma la sofferenza e l’isolamento segnano l’inizio di una brutta malattia. Lisa muore, dopo aver perso tutta la sua famiglia d’origine e senza mai più ritornare a Odessa. "Indesiderabili" (2010, 52′) documenta alcune vicende del campo d’internamento per stranieri di Rieucros, un piccolo paese del sud della Francia, dove in applicazione di una legge del 1938 furono imprigionate donne di venticinque nazionalità, tutte considerate “suspectes”, cioè “responsabili della crisi economica, sociale e politica attraversata dalla Francia”. Baldina Di Vittorio e Giulietta Fibbi nel campo di Rieucros hanno compiuto vent’anni. Entrambe provenivano da famiglie di esuli italiani antifascisti e si sospettava collaborassero in prima persona con gruppi di matrice comunista. Al campo hanno condiviso il quotidiano con altre donne, il freddo, la fame e la voglia di restare lucide e vive, studiando, confrontandosi.

Le visioni saranno introdotte dalla regista che ci racconterà di come la sua esperienza creativa si sia mossa dall’individuale al collettivo attraverso la ricerca su se stessa, sulla sua famiglia e sulle storie di donne che hanno segnato la storia e la politica italiana ed europea. La proiezione inizia alle ore 21,00, l’ingresso è libero fino a esaurimento posti disponibili in sala.

L’ultimo appuntamento del Cinema alla Cavallerizza è fissato per venerdì 19 Giugno alle ore 21,00 con la proiezione di "Ultimo dia de libertad" (2009, 115′) di Emanuela Peyretti e Rodolfo Colombara.

Per maggiori informazioni: http://movieontheroad.com/ – info@amnc.it – 347 56 46 645

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits