Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 18.11.2015 indietro
Lorenza Mazzetti Premio Maria Adriana Prolo alla Carriera 2015

LORENZA MAZZETTI

Premio Maria Adriana Prolo alla carriera 2015

Giovedì 26 novembre, ore 20.30, Cinema Massimo (sala 2) – Torino

a seguire, proiezione dei film "K" e "Together" di Lorenza Mazzetti

«Non sono una regista, ho diretto dei film.
Non sono una scrittrice, ho scritto dei libri.
Non sono una pittrice, ho dipinto dei quadri».
Lorenza Mazzetti

In occasione del 33° Torino Film Festival, l’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) è lieta di conferire il PREMIO MARIA ADRIANA PROLO ALLA CARRIERA 2015 alla regista Lorenza Mazzetti, l’italiana che cambiò il volto del cinema inglese. La cerimonia di consegna si terrà giovedì 26 novembre, ore 20.30, Cinema Massimo (sala 2), con laudatio di David Grieco e sarà seguita dalla proiezione dei film "K" e "Together", diretti da Lorenza Mazzetti.

Intitolato a Maria Adriana Prolo, fondatrice del Museo Nazionale del Cinema, il premio è un riconoscimento assegnato ad una personalità del mondo del cinema che si è distinta nel panorama nazionale ed internazionale. Il premio è stato conferito negli anni a Bruno Bozzetto, Giuseppe Bertolucci, Marco Bellocchio, Ugo Gregoretti, Giuliano Montaldo, Massimo Scaglione, Daniele Segre, Roberto Herlitzka, Elio Pandolfi, Piera Degli Esposti, Lucia Bosè, Ottavia Piccolo e Manuel De Sica.

La quattordicesima edizione del premio vede protagonista Lorenza Mazzetti, donna che ha attraversato il Novecento percorrendone le tappe più importanti con straordinaria intensità e, al tempo stesso, con una leggerezza che non ha mai messo in discussione il suo impegno politico e culturale. Lorenza Mazzetti, nipote di Albert Einstein, vive giovanissima il trauma della deportazione della sua famiglia da parte dei nazisti, esperienza che la segna profondamente e che lei stessa racconta nel suo libro “Il cielo cade”. Nel dopoguerra si reca a Londra, prima dei Beatles, prima della minigonna e della Swinging London, e ci va per studiare cinema. Nella capitale inglese tra rocambolesche avventure, pochi soldi e tanto coraggio ed entusiasmo, nel 1953 firma la regia del suo primo film "K", grazie al successo del quale realizza nel 1956 il suo secondo film "Together" che diventa il manifesto del futuro Free Cinema, scritto e firmato da Lindsay Anderson, Tony Richardson, Karel Reisz e dalla stessa Lorenza Mazzetti. Together verrà poi presentato al Festival di Cannes dove si aggiudicherà una menzione speciale. Tornata in Italia collabora con Cesare Zavattini grazie al quale riesce a trovare un editore, Garzanti, per il suo libro “Il cielo cade” che le farà vincere il Premio Viareggio nel 1962. Nella sua vita romana frequenta numerosi e stimati intellettuali tra i quali spicca l’amicizia e collaborazione con Pier Paolo Pasolini con il quale tiene una rubrica sul settimanale “Vie Nuove”. Negli anni seguenti, dirige a Roma il Puppet Theatre e si dedica, con successo, anche alla pittura. Nel 2004 pubblica con Sellerio il racconto dei suoi anni nella capitale inglese nel libro “Diario Londinese”.

In occasione della serata, l’Associazione Museo Nazionale del Cinema dedica a Lorenza Mazzetti un numero monografico della sua rivista "Mondo Niovo 18-24 ft/s", che ospiterà un’ampia intervista inedita all’autrice curata da Francesco Frisari insieme agli interventi critici di Micaela Veronesi e Steve Della Casa.

"Mondo Niovo 18-24 ft/s" è una rivista semestrale diretta da Caterina Taricano e pubblicata dall’AMNC; il Premio Maria Adriana Prolo è progetto dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema realizzato grazie al sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRT e alle sponsorizzazioni di alcune attività commerciali della città di Torino: Trattoria La Via Del Sale, Nat Cafè Osteria, Ristorante Pizzeria TreDaTre, Abici Coppe Targhe Trofei e Ristorante Kirkuk.

"K" (Gran Bretagna, 1954, 19’ 27’’)
Soggetto liberamente tratto da La metamorfosi di F. Kafka.
Il primo film di Lorenza Mazzetti è il dramma esistenziale dell’uomo medio del ‘900 con un approccio filmico d’avanguardia. Gregor Samsa, il protagonista, è uno zelante impiegato e un figlio devoto che una mattina non riesce ad alzarsi dal letto né ad uscire dalla sua stanza… Per questo sarà considerato un reietto dalla sua famiglia e dalla società e destinato alla solitudine.

"Together" (Gran Bretagna, 1956, 50’)
Nell’East End di una Londra desolata, due sordomuti vagano per la città seguiti da una banda di ragazzini che li deride… Film manifesto del Free Cinema inglese, un’opera struggente, fotografata con straordinario realismo e con una sorprendente colonna sonora. I protagonisti sono due artisti, lo scultore Edoardo Paolozzi e il pittore Michael Andrews e al montaggio contribuì Lindsay Anderson.

Ufficio stampa Associazione Museo Nazionale del Cinema:

Giulia Gaiato

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits