Home Storia Notiziario Iniziative Info Link Ingrandisci il testo
Associazione
Museo Nazionale
del Cinema

Amici della Fondazione
Maria Adriana Prolo
Via Montebello 22
10124 Torino
T + 39 011 0765039
M + 39 347 5646645
F + 39 011 4377134
info@amnc.it
www.amnc.it

Progetti on line
Torino Città del Cinema / Enciclopedia del Cinema in Piemonte

News - 30.06.2005 indietro
Cinema e lavoro a Torino

Nell'inverno del 2005-2006 la città di Torino e la Regione Piemonte vivranno con grande impegno l’evento delle Olimpiadi Invernali, in occasione delle quali già da qualche tempo è pensata gran parte delle attività e delle iniziative progettate da enti pubblici e privati. Per il nostro territorio si tratta quindi di un’occasione da non perdere, anche per mettere in rilievo un aspetto tra i più rilevanti dal punto di vista storico, economico e sociale: la sua caratterizzazione storica come città industriale. D’altra parte Torino è anche stata la “culla” del cinema italiano. È noto che qui si è sviluppata – negli anni dell’arte muta – un’industria cinematografica leader nel mondo; qui il cinema è stato per tutto il secolo praticato a vari livelli, studiato e amato.

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema e le Confederazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL, ritengono che in occasione delle Olimpiadi la storia dei lavoratori torinesi possa essere valorizzata come parte fondante delle radici e dell’identità cittadina, attraverso una riflessione sul modo in cui il cinema ha rappresentato e rappresenta questa realtà. Hanno quindi progettato un’iniziativa, denominata “CINEMA E LAVORO A TORINO”, volta a realizzare un confronto tra il mondo del lavoro e quello della sua rappresentazione cinematografica.

Il progetto consiste essenzialmente in una serie di proiezioni e incontri. Durante tutto il 2005 e il 2006 avranno luogo proiezioni di documentari, cortometraggi, video ed anche alcuni film a soggetto che abbiano per tema il lavoro in Piemonte, la vita nei quartieri operai, le lotte sindacali, il disagio sociale, l’immigrazione dal Meridione e dai paesi extraeuropei, ecc. fino ad arrivare alla crisi odierna di molti comparti industriali tradizionali.

Alle proiezioni si affiancheranno incontri tra esperti di cinema e comunicazione ed esperti di altri settori della cultura e della vita civile e sociale: storia, sociologia, politica, sindacato, amministrazione pubblica, industria e finanza.

Si prevede di organizzare serate presso l’Unione Culturale di Torino, il Cinema Massimo, il Cinema Agnelli, vari circoli culturali e varie altre sedi ancora da definire: sale cinematografiche della città e della provincia, aule scolastiche, locali utilizzati abitualmente per altri usi, secondo la disponibilità dimostrata da esercenti e titolari delle sale stesse.

Partner dell’iniziativa è l’Associazione Piemonte Movie; sono chiamati a collaborare all’iniziativa e a sostenerla – fornendo contributi economici o aiuti a livello organizzativo e gestionale - il Comune di Torino, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, il Museo Nazionale del Cinema, l’IRRE, l’AIACE, il DAMS dell’Università di Torino e tutti gli organismi che vorranno ospitare gli incontri.

A fine manifestazione, nel 2006, verrà pubblicato un volume contenente il testo di tutti i colloqui che avranno avuto luogo, insieme ad altri interventi sugli stessi argomenti.

Nel corso della manifestazione.saranno proiettati vari documentari tra i quali:

- Alla Fiat era così di Mimmo Calopresti (15’, 1990)
- Tutto era Fiat di Mimmo Calopresti (70’, 1999)
- Requiem di Gianfranco Barberi (63’, 2003)
- FiatAmlet di Armando Ceste (65’, 2003)
- Dovevano almeno ottenere la rotazione di Luca Pastore (52’, 2003)
- Fiat Autunno ’80 di Pier Milanese e Pietro Perotti (40’, 2000)
- Cassa da vivo. Gli espropriati di Giacomo Ferrante (54’, 2003)
- Fuori dai cancelli. Una lotta operaia di Termini Imerese di Vincenzo Mancuso (30’, 2002)
- L’autunno dell’Alfa Romeo di Max Franceschini (41’, 2002)
- Signorina Fiat di Giovanna Boursier (31’, 2001)
- Senza Fiato di Gianfranco Barberi, Pè Calopresti, Armando Ceste, Davide Ferrario, Giacomo Ferrante, Adonella Marena, Pier Milanese, Claudio Paletto, Luca Pastore, Alberto Signetto, Enrica Viola (30’, 2002)

indietro

Copyright © 2005 - Associazione Museo Nazionale del Cinema - Credits