I migliori anni della vostra vita per Augusto Daolio

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema è lieta di collaborare con lo Spazio Musa nell’ambito della mostra Augusto Daolio, uno sguardo libero che sarà visitabile fino al 12 maggio 2024; l’ingresso è gratuito con la possibilità di fare un’offerta libera a favore della Fondazione Piemontese per la ricerca sul Cancro.

Martedì 7 maggio alle ore 17,00 in Via della Consolata 11/E a Torino sarà proiettato il film I migliori anni della vostra vita di Armando Ceste (Italia 1988, 30′). Il Movimento del Sessantotto in Italia è iniziato a Torino il 27 novembre 1967 con l’occupazione studentesca di Palazzo Campana. A vent’anni di distanza Ceste racconta, attraverso i testimoni di allora e la partecipazione di Totò Campobello, la rievocazione curiosa e autoironica degli quegli eventi che ebbero luogo nella sede storica dell’università torinese. A quella festa parteciparono numerosi gruppi musicali tra i quali i Nomadi guidati da Augusto Daolio che per l’occasione cantò Come potete giudicar condividendo anche il forte legame umano, sentimentale e artistico della band con la città. Nel corso del pomeriggio sarà proiettato per la prima volta in assoluto il materiale girato, grazie alla preziosa collaborazione di Rewind Digital, relativo all’intervista fatta ad Augusto per le riprese del film.

Nell’autunno del 1987 uscì il nuovo doppio album, anch’esso celebrativo, Like a sea never dies e per commentare la festa a Palazzo Campana Daolio dichiarò a Marinella Venegoni de «La Stampa»:”Se il tempo da dedicare alla nostalgia diventa un fatto artistico, ci va bene. Ha senso per noi se può servire come emozione“. La proiezione a cura dall’Archivio Armando Ceste, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Rewind Digital che da tempo portano avanti un progetto di recupero della memoria cinematografica del territorio; la proiezione precede l’incontro delle ore 18,00, Con le parole di Augusto, il viaggio continua, alla presenza di Rosanna Fantuzzi, Luca Morino, Marinella Venegoni, Vito Vita e Laura Curino che leggerà testi di Augusto Daolio.

Nato a Torino nel 1942, dopo alcune esperienze di cinema underground, Armando Ceste è, alla fine degli anni Sessanta, tra i fondatori del Collettivo Cinema Militante di Torino. Dalla metà degli anni Ottanta realizza numerosi cortometraggi e documentari, alcuni dei quali in collaborazione con l’AAMOD – Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico di Roma, la maggior parte dei quali presentati in anteprima al Torino Film Festival fin dalla sua seconda edizione del 1984. Fondatore e direttore artistico del Valsusa Filmfest, festival cinematografico sui temi della memoria storica e della difesa dell’ambiente, si occupa, inoltre, della comunicazione visiva di programmi culturali per musei, associazioni ed enti pubblici. Nel 2000 pubblica Storyboard (Ananke), nel 2006 il libro+Dvd Porca Miseria. Un viaggio nelle nuove povertà (EGA – Edizioni Gruppo Abele). Nel 2004 inaugura la mostra Terroristen presso il circolo Amantes di Torino. Nel 2008 è fra i promotori del progetto collettivo Walls and Borders e riceve dalla Film Commission Torino Piemonte il Premio Torino Set alla Carriera. Scompare il 15 aprile del 2009. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.