Un’estate al cinema – Barriera è casa mia: dal 6 luglio al 12 agosto 2020 diciotto serate di cinema per 21 film in versione silent movie all’Arena Cineteatro Monterosa di Via Brandizzo 65, a Torino. Ingresso a 3,00 euro con possibilità di “biglietto sospeso”. Ecco il programma integrale della rassegna.

Star Stuff

La prima settimana sarà dedicata al cielo e alle stelle.

Lunedì 6 luglio ore 21,30

La luna su Torino di Davide Ferrario (Italia 2014, 90′), alla presenza del regista.

Torino, la città sul quarantacinquesimo parallelo, esattamente a metà strada tra il Polo Nord e l’Equatore: metafora di personaggi che, vivendoci, camminano in equilibrio sul filo della vita.

Mercoledì 8 luglio ore 21,30

Star Stuff di Milad Tangshir (Italia 2019, 87′), alla presenza del regista.

Un viaggio intorno alla vita di tre osservatori astronomici situati negli angoli più remoti del pianeta: il deserto di Atacama in Cile, il Grand Karoo in Sudafrica e l’isola di La Palma, nell’Atlantico.

Il film sarà introdotto da Valentina Noya dell’AMNC, produttrice di VR Free di Milad Tangshir.

Venerdì 10 luglio ore 21,30

Si alza il vento di Hayao Miyazaki (Kaze tachinu, Giappone 2013, 126′)

Jiro sogna di volare e progettare aeroplani ispirandosi all’ingegnere Gianni Caproni. La miopia non gli permette di diventare pilota, nel 1927 entra a lavorare in una delle principali società giapponesi di ingegneria aeronautica. In collaborazione con STEM*Lab – Scoprire Trasmettere Emozionare Motivare, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Lontano lontano

La seconda settimana sarà dedicata ai confini e alle connessioni nel nostro presente.

Lunedì 13 luglio ore 21,30

Lontano lontano di Gianni Di Gregorio (Italia 2020, 90′)

Attilio, Giorgetto e il “Professore”, tre pensionati stanchi del loro quotidiano arrabattarsi, sognano di scappare in qualche posto esotico. Cominciano a raccogliere il capitale necessario, ma non è facile lasciare le proprie abitudini. La proiezione sarà preceduta da Movimento di Armando Ceste (Italia 2009, 5′). I film saranno introdotti da Vittorio Sclaverani, Presidente dell’AMNC.

Mercoledì 15 luglio ore 21,30

The Milky Way di Luigi D’Alife (Italia 2020, 105′), alla presenza del regista.

Sulle Alpi tra Italia e Francia ogni giorno decine di persone provano a superare una linea immaginaria chiamata confine. In mezzo alla neve, tra piste da sci e turismo, il racconto di una storia dove nessuno si salva da solo.

Venerdì 17 luglio ore 21,30

Un mondo in pericolo. More than honey di Markus Imhoof (Svizzera 2012, 95′)

Dal regista di Eldorado e de La barca è piena (nomination agli Oscar), un appassionante viaggio nel microcosmo delle api, alla scoperta di un mondo che va ben al di là di fiori e miele.

Il film sarà preceduto dal cortometraggio Looking for bees di Azzurra Fragale (Italia 2020, 6′) alla presenza della regista. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con Slow Bees.

Bekas

La terza settimana sarà dedicata all’infanzia e alle nuove generazioni.

Lunedì 20 luglio ore 21,30

Bekas – In viaggio per la felicità di Karzan Kader (Svezia, Finlandia, Iraq 2012, 97′)

Primi anni ’90, il regime di Saddam Hussein esercita una violenta pressione sulla regione curda dell’Iraq. Due piccoli fratelli orfani e senzatetto vedono Superman attraverso un buco nel muro del cinema locale e decidono di andare in America. Il film sarà introdotto dai rappresentanti del Collegio dei partecipanti dei Bagni pubblici di Via Agliè.

Mercoledì 22 luglio ore 21,30

Bangla di Phaim Bhuiyan (Italia 2019, 87′)

Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia che vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multiculturale di Roma; lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. È proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto.

Il film sarà introdotto da Massimo Garbi del Cineteatro Monterosa.

Venerdì 24 luglio ore 21,30

Mio fratello rincorre i dinosauri di Stefano Cipani (Italia 2019, 100′)

Jack ha sempre desiderato un fratello con cui giocare e quando nasce Giò, i suoi genitori gli raccontano che è un bambino speciale. Da quel momento, nel suo immaginario, Giò diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti.

Qualcosa di meraviglioso

La quarta settimana sarà dedicata al viaggio e alla ricerca.

Lunedì 27 luglio ore 21,30

Qualcosa di meraviglioso di Pierre-François Martin-Laval (Fahim, Francia 2019, 107′)

Costretto a fuggire dal Bangladesh il giovane Fahim raggiunge Parigi insieme a suo padre. Fin dal  loro arrivo intraprendono un difficile percorso per ottenere asilo politico; grazie alla sua abilità nel giocare a scacchi, Fahim incontra Sylvain (Gérard Depardieu), un bravissimo allenatore.

La proiezione sarà preceduta da una pillola di African time di Corrado Iannelli (2009, 5′). La serata sarà introdotta da Erika Mattarella, direttrice dei Bagni pubblici di Via Agliè.

Mercoledì 29 luglio ore 21,30

Il bambino che scoprì il mondo di Alê Abreu (O Menino e o Mundo, Brasile 2013, 80′).

Questo bambino – dichiara il regista – rappresenta un po’ ognuno di noi: possiamo essere turbati e delusi da ciò che ci circonda, ma una parte infantile, di sogno e speranza continuano a vivere dentro di noi anche una volta diventati adulti.” Il film sarà introdotto da Andrea Lupi, Segretario generale della Fondazione Montessori Italia che da due anni ha aperto lo spazio Un villaggio per crescere in Via Brandizzo 38, Torino.

Venerdì 31 luglio ore 21,30

Il diritto di contare di Theodore Melfi (Hidden Figures, USA 2016, 127′)

Il film svela l’incredibile storia vera e sconosciuta di un gruppo di brillanti donne matematiche afro-americane della NASA che hanno contribuito alla corsa allo spazio negli anni ’60 durante la guerra fredda. In collaborazione con STEM*Lab – Scoprire Trasmettere Emozionare Motivare, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Aspromonte

La quinta settimana sarà dedicata a Luis Sepúlveda e ai Sud del mondo.

Lunedì 3 agosto ore 21,30

Aspromonte – La terra degli ultimi di Mimmo Calopresti (Italia 2019, 87′)

Il film, ambientato in Calabria, ad Africo negli anni ’50, è un western atipico sulla fine di un mondo e sul sogno di cambiare il corso degli eventi grazie alla voglia di riscatto di un popolo.

Mercoledì 5 agosto ore 21,30

Santiago Italia di Nanni Moretti (Italia 2018, 80′)

Dopo il colpo di stato di Pinochet in Cile, l’ambasciata italiana a Santiago ha ospitato centinaia di richiedenti asilo. Attraverso interviste ai protagonisti, si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici hanno reso possibile la salvezza di tante vite umane.

Il film sarà introdotto dall’artista cileno Mono Carrasco, testimone intervistato dal regista.

Venerdì 7 agosto ore 21,30

Iqbal – Bambini senza paura di Michel Fuzellier e Babak Payami (Italia, Francia 2015, 85′)

Attraverso i toni dell’avventura, l’animazione racconta la storia universale di un bambino e dei suoi compagni sfruttati dal sistema corrotto degli adulti. Con grande forza di volontà e profondo senso di giustizia i piccoli amici si riprenderanno la loro infanzia.

Il film sarà introdotto da Fabrizio Accatino de «La Stampa» e collaboratore dell’ACEC.

La sesta e ultima settimana sarà dedicata alla musica e al territorio.

Lunedì 10 agosto ore 21,30

La mélodie di Rachid Hami (Francia 2017, 102′)

Simon, un famoso musicista ormai disilluso, arriva in una scuola della periferia parigina per dare lezioni di violino. Grazie al talento del timido Arnold e all’incoraggiante energia della sua classe,  Simon riscoprirà a poco a poco le gioie della musica. Il film sarà introdotto da un rappresentante di Orme.

Martedì 11 agosto ore 21,30

Gipo, lo zingaro di Barriera di Alessandro Castelletto (Italia 2016, 90′), alla presenza del regista.

Il film ricorda il percorso umano e artistico di Gipo Farassino. Un vero e proprio viaggio nella sua musica e nei suoi luoghi, a partire dalla sua Barriera, nel quale ci accompagnano Luca Morino, i Subsonica e i Perturbazione. La serata è organizzata in collaborazione con AIACE Torino i cui soci potranno entrare gratuitamente fino a esaurimento dei posti disponibili.

Mercoledì 12 agosto ore 21,30

Un colpo all’italiana di Peter Collinson (The Italian Job, UK 1969, 95′)

Appena uscito di galera Charlie Croker prepara una rapina da compiere a Torino; vuole impadronirsi del denaro versato alla Fiat dalla Cina per l’apertura di un nuovo stabilimento a Pechino. Straordinaria la rocambolesca fuga per le vie della città a bordo delle Mini Morris.

In collaborazione con STEM*Lab – Scoprire Trasmettere Emozionare Motivare, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *