Anteprima di Pluto con Andrea Pennacchi

Lunedì 20 febbraio, alle ore 20.45, anteprima regionale del film di Renzo Carbonera

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) organizza l’anteprima regionale di Pluto di Renzo Carbonera (2022, 75′), prodotto da Kiné con Rai Cinema, in collaborazione con EiE Film, Trentino Film Commission e la distribuzione di OpenDDB. L’appuntamento è fissato per lunedì 20 febbraio alle ore 20,45 presso il Cinema Massimo (Via Verdi 18, Torino) con ingresso 6,00 Euro, ridotto 4,00 Euro.

Un uomo si aggira per i boschi delle Alpi. Vive in un ex forte della prima guerra mondiale. Sembra avere una missione da compiere: è l’ultimo agente di una società segreta che negli anni ha evitato che la folle corsa atomica portasse l’umanità alla distruzione. Lucide visioni di un olocausto nucleare che balugina all’orizzonte accompagnano il suo girovagare. I nemici non sono più così facilmente identificabili, la perdita delle certezze, di una netta divisione del mondo tra bianco e nero lo fanno vacillare. Adesso la bomba è diventata la sua ossessione, il suo tormento e la sua unica ragione di vita.

L’attore principale è Andrea Pennacchi, noto per le sue partecipazioni nei film di Carlo Mazzacurati, Andrea Segre e Riccardo Milani, ma soprattutto per il personaggio del Pojana. Pennacchi ha recentemente dichiarato a Fred Radio: “Nell’interpretare il film, ho sempre visto il mio personaggio come un uomo bloccato da un trauma, oppresso da una paura che sembra rimossa. Ora è riemerso tutto in maniera chiara con le minacce di Putin, ma il pericolo nucleare c’è sempre stato. Da tempo facciamo finta che non ci sia, ma in realtà permane questa oppressione che il mio personaggio vive al 100% risultandone schiacciato e distrutto”.

Interviene in sala il regista Renzo Carbonera e tramite collegamento video l’attore Andrea Pennacchi; modera Valentina Noya, vicepresidente di AMNC.

Il regista

Renzo Carbonera si è laureato con una tesi su Ken Loach presso l’Università di Padova. Ha diretto nove documentari televisivi trasmessi in tutto il mondo. Il suo primo cortometraggio di finzione Hemingway’s Pen, presentato alle Giornate degli Autori di Venezia, è stato selezionato e premiato in più di trenta festival internazionali tra cui Raindance, Tirana, New Delhi, Naoussa, BiFest. Resina, il suo primo lungometraggio, è stato presentato in anteprima al Montreal World Film Festival nel 2017 e nelle sale italiane l’anno successivo.

È stato selezionato e premiato in oltre venti festival internazionali, distribuito in quindici Paesi da Wide Management tra cui Stati Uniti, Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Australia e Corea del Sud, candidato ai Globi d’Oro italiani e ai Ciak d’Oro nel 2019 e classificato al sesto posto tra i migliori film usciti in Italia nel 2018 per la FICE. Il suo secondo film Takeaway, con Libero De Rienzo, Carlotta Antonelli e Paolo Calabresi, è stato distribuito nel 2021 da Fandango. Renzo Carbonera è direttore artistico della Fondazione Belvedere-Gschwent e responsabile dei progetti audiovisivi e multimediali dei suoi musei.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.